Strumenti personali
Sezioni
Tu sei qui: Home Comunichiamo Comunicati Stampa Stazione Appaltante, strategia condivisa dei Comuni di Cerveteri e Fiumicino

Stazione Appaltante, strategia condivisa dei Comuni di Cerveteri e Fiumicino

 

Stazione Appaltante, strategia condivisa dei Comuni di Cerveteri e Fiumicino
ll Sindaco Pascucci: la delibera approderà in Consiglio a metà novembre

“Esprimo grande soddisfazione per il voto favorevole del Consiglio comunale di Fiumicino; a Cerveteri la delibera per aderire alla Stazione Appaltante sarà presentata nel prossimo consiglio comunale, che sarà convocato per metà novembre. In questo modo, tra le due Città di Cerveteri e Fiumicino sarà istituita una Centrale Unica di Committenza (CUC) o Stazione Appaltante, vale a dire un organismo intercomunale che curerà tutte le gare per gli acquisti di forniture e servizi o concernenti i lavori pubblici programmati. Ci tengo – ha specificato il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – a ringraziare l'Amministrazione di Fiumicino e rinnovare al sindaco Esterino Montino la piena disponibilità a continuare sulla strada della collaborazione tra le Città”.
La Stazione Appaltante è una forma di accentramento della gestione delle gare ad evidenza pubblica, introdotta dal Legislatore per razionalizzare la spesa pubblica ed eliminare i costi connessi alle procedure che tutti i Comuni, per legge, sono tenuti a svolgere per l'acquisizione di lavori, servizi e forniture. “Si tratta di un’operazione di fondamentale importanza per il nostro territorio – ha detto il Sindaco Alessio Pascucci – che va fortemente nella direzione di una maggiore trasparenza ed efficienza dell’azione amministrativa, e che ci farà compiere un ulteriore passo nella strategia di efficientamento della macchina comunale”.
La delibera già approvata dal Comune di Fiumicino e prossima ad essere discussa da quello di Cerveteri risponde all’obbligo di legge per gli Enti Locali di ricorrere a forme aggregate di acquisto di beni e servizi a partire dal 1° novembre 2015. La convenzione rimane aperta agli altri Comuni del territorio che intenderanno farne parte e avrà la durata di tre anni. Il Comune capo-convenzione è il Comune di Fiumicino.

 

Azioni sul documento